Matteo Pigato, pianoforte e organo

Ha conseguito il diploma con il massimo dei voti in Organo e Composizione Organistica al conservatorio di musica “A. Pedrollo” e si è formato come controtenore seguendo un percorso di studi privato con il Soprano Lia Serafini durato 5 anni.

Ad oggi affianca l’attività professionale di musicista seguendo lezioni di perfezionamento con il Mezzosoprano Marina De Liso, frequentando corsi privati con Sophie-Veronique Cauchefer-Choplin e Daniel Roth a Parigi e partecipando a importanti masterclass con Maestri quali Michael Harris, Jan Jansen, Jean-Baptiste Monnot, Alessandro Quarta, Alfredo Bernardini, Rinaldo Alessandrini, Pedro Memelsdorff.

Nonostante la giovane età ha al suo attivo prestigiose partecipazioni a concerti e festival nazionali ed internazionali, tra i quali spiccano Festival di Musica Antica (Vicenza), Randall Festival (Venezia), Festival MiTo (Milano), Grandezze e Meraviglie (Modena), Sagra Musicale Umbra (Perugia), Festival dei 2 Mondi (Spoleto), Roma Festival Barocco (Roma), Pietà de Turchini (Napoli), Val di Noto (Catania), Abvlensis (Avila, Spagna), Petite Bande Day (Leuven, Belgio), Kirke Musikk Festivalen (Oslo).

Ha il piacere di collaborare stabilmente con l’Ensemble Odhecaton (Paolo Da Col), De Labyrintho (Walter Testolin), Concerto Italiano (Rinaldo Alessandrini), Orchestra Stela Matutina, Festina Lente (Michele Gasbarro), I Musicali Affetti (Fabio Missaggia), Rossoporpora Ensemble, Gambe di Legno Consort (Francesco Baroni), Ensemble Euridice (Massimo Lombardi), Coro Friuli Venezia Giulia (Cristiano Dell’Oste).

Al suo attivo una decina di registrazioni discografiche tra cui l’ultimo cd dell’ensemble Odhecaton, musiche inedite di A. Scarlatti, vincitore dello “Choc” per Classica, e la prima esecuzione in tempi moderni della cantata di Lulier “Gloria, Roma e Valore” incisa con i Musicali Affetti diretti da Fabio Missaggia, nella quale interpreto il ruolo di Valore.

Torna a I Nostri Insegnanti