Francesco Corona, batteria e percussioni

Mi chiamo Francesco Corona, nato a Vicenza il 1 settembre 1976.

Ho dimostrato il mio interesse per la musica all’età di 5 anni, essendo di casa la cultura musicale. Nella possibilita’ percio’ di toccar con mano vari strumenti , ho intrapreso assieme a mio padre, le prime esperienze di piano-bar , all’eta’ di 12 anni , evidenziando piccole doti di  “polistrumentista”. Suonavo la chitarra, il piano, il basso elettrico, ed alcuni strumenti ritmici, ma era evidente gia’ dalla tenera eta’, la passione per la batteria.

La mia vita e’ per la musica, la musica e’ la mia vita. Non vi e’ stato altro, ché abbia influenzato il cammino con essa. Questo e’ un principio al quale tengo dare conferma, nel dimostrare la mia dedizione e vocazione a quest’arte.

I miei studi vantano un diploma al conservatorio con punteggio 10, in percussioni,  studi privati con due grandi artisti quali Alfredo Golino e Lele Melotti, e un cammino autodidatta legato alla giornaliera esperienza che porto avanti da sempre e che sempre vi e’ nella vita del musicista.

Raggiunto il diploma a 19 anni (1995), si inizia la lunga esperienza dell’ insegnamento, sia in sede privata che in scuole private e a volte statali, tutt’ora in atto, mentre l’esperienza di palco comincia ben prima, verso i 14 anni con le prime formazioni musicali, ed primi importanti eventi con il Tammittam Percussion Ensemble del maestro Guido Facchin. Da sempre , nelle band, si spazia in diversi generi musicali, che portano ad aver una grande visione delle esigenze di palco e di sintonia tra i musicisti,nel sapersi intercalare nei generi, nel aver la visione completa e la musicalita’ adatta al servizio della musica (data anche la capacita’ di saper suonare altri strumenti principali) e non nella dimostrazione del singolo musicista.

Il tempo porta poi all’inserimento in situazioni sempre piu’ professionali, a solcare palchi di un certo calibro, a conoscere qualche artista ed a inserirsi nel mondo dello studio di registrazione. Sempre attento allo sviluppo tecnologico, all’uso di attrezzature, all’essere sempre al passo con i tempi, con la tecnica e la competenza batteristica.Tutto cio’ da definirsi cosi’ tanta “gavetta” , tanti buoni risultati ed un buon livello nella registrazione in studio.

Sbarco il lunario con l’insegnamento, avendo un buon riscontro da chi decide di seguirmi (direi una buona stima) e le serate musicali variano in continuazione, essendo partecipe in una decina di band Si propongono serate live d’intrattenimento, d’ascolto, tributi a gruppi importanti, concerti in teatri ed a volte situazioni di musica classico-contemporanea; si puo’ dire che si fa un po’ di tutto con una medie di 2/3 serate la settimana.

Come gia’ scritto sopra , mi definisco polistrumentista, in quanto non nego di essere in grado di suonar discretamente bene, il basso, la chitarra acustica ed elettrica e relativa strumentazione, le tastiere, pianoforte, le percussioni classiche-latine,un po’ la tromba e la batteria ovviamente (strumento che nella mia vita e’ la punta del diamante) : arte molto utile per una intesa/sintonia con gli altri musicisti, nonche’  per una visione completa del suono e delle “regole”.

Mi fermo qui nel scrivere questo breve curriculum, inserendo di seguito alcuni dei nomi con i quali ho avuto il piacere di lavorare: Marco Paolini, Paolo Belli, Vittorio Matteucci, Gio di Tonno, Marco Guerzoni, Lorenzo Frizzera, Federico Straga’, Patrizia Laquidara, Brendan Hoban, Benito Madonna, Massimo Moriconi, Ruggero Robin, Red Canzian, Leon Speier , Massimo De Bernard.

Tra gli spettacoli  : Prima parte del  Tour “il Milione” di Marco Paolini , Premio Tenco 2006 su Rai 2 con Patrizia Laquidara, Pistoia Blues 2005 nelle sessioni pomeridiane, Tour Festival Show 2011.

Alcuni nomi delle formazioni con le quali collaboro : Diego Basso ed orchestra ritmico sinfonica italiana, U.S.Band (ex Umberto Smaila Band), Pink Fire (tributo Pink Floyd), Morvarch’ (musica celtica) OI&B (tributo Zucchero) Babata (Show Trio).

Torna a I Nostri Insegnanti